In punta di penna

La Germania vista dai disegnatori satirici italiani – L’Italia vista dai disegnatori satirici tedeschi.
Museo della Satira - Forte di Mari
In collaborazione con il Goethe Institut

Exposition sur la vision de l'Allemagne et de l'Italie par des dessinateurs italiens et allemands
------ 26 septembre

La satira come strumento per abbattere pregiudizi, stereotipi e generalizzazioni. Con questo obiettivo il Goethe-Institut Italien, Istituto di cultura ufficiale della Repubblica Federale Tedesca, ha dato il via al progetto “Va bene?! La Germania in italiano. Italien auf Deutsch”. Grazie a partner come il Museo della Satira e la Galerie für Komische Kunst im KulturBahnhof di Kassel, il Goethe-Institut ha chiesto, infatti, a più di trenta vignettisti satirici italiani e tedeschi di raccontare il complesso rapporto tra Italia e Germania. Ne è nata “In punta di penna”, una mostra itinerante che per due anni viaggerà tra Italia e Germania, con l’obiettivo di far sorridere sugli stereotipi e abbattere i pregiudizi.


I vignettisti
Reinhard Alff
Beck
Harm Bengen
Burkh (Burkhard Fritsche)
Peter Gaymann
Barbara Henniger
Rudi Hurzlmeier
Til Mette
Nel (Ioan Cozacu)
Thomas Plaßmann
Ari Plikat
Polo (André Poloczek)
Reiner Schwalme
André Sedlaczek
Klaus Stuttmann
Freimut Woessner
Miriam Wurster


Bruno Bozzetto
Mauro Biani
Pat Carra
Lido Contemori
Marco De Angelis
Bicio (Fabrizio) Fabbri
Giorgio Franzaroli
Cristina Gentile
Alfio Krancic
Danilo Maramotti
Nico Pillinini
Alberto Rebori
Marco Scalia
Sergio Staino
Vauro